Arresti ad Alessandria d’Egitto

Traduzione da Menasolidaritynetwork

mhMolti degli attivist* noti della città di Alessandria, che hanno preso parte alla rivoluzione rischiano di scontare anni di carcere per aver sfidato la legge anti-protesta emessa il 24 novembre 2013.

Il 2 gennaio Lu’ay Al-Qahwagi, Amr Hafez, Nasir Abu-al-Hamd and Islam Muhamadein sono stati condannati a due anni di lavori forzati in carcere con una cauzione di 50.000 L.e. (9.000 euro circa ciascuno).  Mahienour el-Masry e Hassan Moustafa entrambi appartenenti ai Socialisti rivoluzionari hanno ricevuto la stessa condanna, ma non erano presenti al Tribunale. Il loro “crimine” è stato quello di aver organizzato una manifestazione senza l’autorizzazione della questura, violando così la legge anti-protesta, approvata nel novembre del 2013.

mh2Mahienour e Hassan hanno una lunga storia di attivismo, entrambi hanno giocato un ruolo fondamentale nella costruzione della campagna che ha rivelato il ruolo delle forze dell’ordine nell’assassinio di Khaled Sai’d malmenato fino alla morte davanti ad un ‘bar’ ad Alessandria nel 2010. La manifestazione che è seguita  all’uccisione di Khaled Sai’d ha giocato un ruolo fondamentale incitando l’opposizione contro Mubarak fino ad arrivare alla rivoluzione del 2011 facendo cadere il dittatore.

Hassan è stato processato anche sotto il mandato di Morsi. E’ stato accusato di aver insultato un ufficiale e di aver incitato alcuni detenuti alla fuga, dopo aver tentato di protestare contro la mancanza di legge e di giustizia per una dozzina di manifestanti arrestati il 20 gennaio del 2013. Hassan è stato assolto nel novembre del 2013, per poi essere accusato di nuovo con la legge anti-protesta.

Mahienour, un’avvocata abilitata, è stata arrestata e picchiata dalla polizia nel marzo del 2013, dopo essere andata con un gruppo di avvocati a difendere alcuni manifestanti arrestati dalla polizia ad Alessandria.

La sentenza contro gli attivist* di Alessandria è stata emessa dopo che i leaders del Movimento 6 Aprile sono stati condannati a tre anni dal tribunale del Cairo a dicembre.

This entry was posted in Egitto and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *