Sanzionata Northrop Grumman- in solidarietà con la Palestina

Un gruppo di solidali con la Palestina questa mattina ha segnalato e sanzionato l’azienda italiana che vende tecnologie militari a Israele.
Qui il video
Di seguito il comunicato lasciato sul posto:

pomeSeppur nascosto dal grande nome di Finmeccanica, l’impegno mortifero dello stabilimento di Pomezia della Northrop Grumman Italia non sfugge a chi, dell’oppressione d’Israele sulla popolazione palestinese, non vuole esser complice.

Anche un piccolo dispositivo su enormi macchine da guerra, come gli M-346 che Finmeccanica sta fornendo ad Israele, compone quel puzzle dei molteplici responsabili di feroci massacri.

pomE’ così che la Northrop Grumman Italia guadagna il suo bottino producendo giroscopi e fibre ottiche, indispensabili all’assetto e alla direzione degli M-346, aerei militari comprati da Israele per addestrare gli assassini alla guida dei cacciabombardieri di nuova generazione o per bombardare con missili aria-terra o anti-nave.

Mentre dai cieli di Gaza piove morte sulla popolazione palestinese e il numero di persone assassinate e ferite cresce continuamente, l’Italia ha pensato bene di consegnare i primi 2 caccia addestratori M-346 dei 30 promessi all’esercito occupante israeliano entro il 2016.

pomezLa tecnologia ha molteplici impieghi… così forse racconteranno a ricercatori e operai che non conoscono il fine ultimo delle loro creazioni. Northrop Grumman Italia sceglie consapevolmente di arricchirsi vendendo morte al soldo dell’industria bellica italiana, storica sostenitrice dell’oppressione sionista.

Abbiamo scelto quindi di sanzionare questo stabilimento perché sosteniamo la popolazione palestinese che da 66 anni sopravvive e resiste con dignità al colonialismo di Israele.
Voi esportate guerra e distruzione ma la nostra solidarietà non ha frontiere.

Rifiutiamo i massacri, la pulizia etnica e l’Apartheid
Boicottiamo Israele e i suoi complici
Palestina libera!

Antifascisti e Antifasciste di Roma

ROME: SANCTIONS APPLIED TO NORTHROP GRUMMAN ITALY IN SOLIDARITY WITH PALESTINE

_Palestine solidarity activists denounce and apply “sanctions” to the Italian branch of the US company selling military technology to Israel_
See the video: http://www.youtube.com/watch?v=-zh8hTuP_nc [3]

Though hidden in the shadows of the more well-known Finmeccanica, the commitment to deadly weaponry of the Northrop Grumman Italy plant at Pomezia near Rome did not escape those who refuse to be complicit in Israeli oppression of the Palestinian people. Even a small component of a huge war machine, such as the M-346 trainer jets that Finmeccanica is providing to Israel, serves to complete the puzzle of multiple responsibilities for brutal massacres.
And that is how Northrop Grumman Italy turns a profit, producing gyroscopes and fiber optics, essential devices of the M-346 military aircraft purchased by Israel to train assassins to fly next-generation fighter jets or to bomb with air-to-ground or anti-ship missiles.

As death rains down on the Palestinian population from the skies over Gaza and the number of people killed and wounded continues to grow, Italy thought it appropriate to deliver the first two of the 30 M-346 trainers jets sold to the Israeli occupying forces, with the remaining aircraft to be delivered by 2016.
The technology has many uses … so might say some of the researchers and workers, who are unaware of the final use of their creations.

Northrop Grumman Italy consciously chooses to get rich by selling death via the Italian military industry, long-time supporter of Zionist oppression.
We chose to apply our own sanctions on the company because we support the Palestinian population that has survived and continues to resist with dignity after 66 years of Israeli colonialism.

You export war and destruction, but our solidarity knows no borders.
Refuse the massacres, ethnic cleansing and Apartheid
Boycott Israel and its accomplices
Free Palestine!
Antifascist activists of Rome

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *